. .
Benvenuto

La sedia della felicità

A "La sedia della felicità", ultimo film di Carlo Mazzacurati, (morto quattro mesi fa), va il Nastro d'Argento 2014 assegnato dai giornalisti cinematografici, con un’opera testamento che più gioiosa non si poteva.
“Avevo da anni una novella in un cassetto regalatami da mia sorella, studiosa di letteratura russa”, spiegò Mazzacurati durante l’ultimo Torino Film Festival dove nel novembre 2013 avvenne la preview del film – Le chiesi se era vero che il film di Mel Brooks, Il Mistero delle 12 sedie, era tratto da questo racconto russo. Lei mi disse di sì: la novella nasceva da una trasmissione radiofonica che due autori sovietici (Ilf e Petrov ndr) avevano composto per la radio negli anni ’30 e poi l’avevano scritta e pubblicata ottenendo una fortuna talmente dilagante che il racconto divenne popolare tra i bimbi quanto Pinocchio da noi”. 
Un tesoro nascosto in una sedia, un’estetista e un tatuatore che, dandogli la caccia, si innamorano, un misterioso prete che incombe su di loro come una minaccia. Dapprima rivali, poi alleati, i tre diventano protagonisti di una rocambolesca avventura che, tra equivoci e colpi di scena, li vedrà lanciati all’inseguimento dai colli alla pianura, dalla laguna veneta alle cime nevose delle Dolomiti, dove in una sperduta valle vivono un orso e due fratelli.


• FOTOGRAFIA: Luca Bigazzi
• MONTAGGIO: Clelio Benvento
• MUSICHE: Mark Orton
• PRODUZIONE: BI. BI. Film; in collaborazione con Rai Cinema
• DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
• PAESE: Italia
• DURATA: 94 Min



Aggiunte:  Mercoled, 14 Maggio 2014

  



.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev