IL NOSTRO SITO è IN RIFACIMENTO. CI SCUSIAMO SE ALCUNE PARTI DEL SITO ATTUALE FOSSERE NON ATTIVE. GRAZIE PER LA COMPRENSIONE.
. .
Benvenuto

Per Amore

È un libro che fa discutere quello di Vito Mancuso, pubblicato recentemente da Mondadori. Per amore è il suo titolo, seducente e provocatorio insieme. Richiamandoci alla forza che sostiene la vita, l'autore si interroga sulle ragioni della fede e ci propone l'unica capace di inserirci nella dimensione del bene e dell'eterno.
Quali fondamenti dare oggi alla fede? Si crede per "dono", per "obbedienza" o per un "atto libero" di amore, come sostiene Mancuso? Quali sono le ragioni profonde che spingono l'uomo ad una relazione con Dio, quali le modalità con cui ciò è possibile oggi?
Il libro è rivolto ai cristiani comuni e a coloro che, pur professandosi non credenti, conservano una sorta di nostalgia della fede e continuano ad interrogarsi.
Con argomenti filosofici e teologici insieme, l'autore affronta temi fondamentali del vivere stesso: il mondo, la natura, la storia, il bene, il male, l'amore, la vita eterna, temi scottanti sul campo della fede, di fronte allo scandalo dell'ingiustizia, della sofferenza innocente, di fronte all'apparente silenzio di Dio, di fronte all'affermazione di una salvezza eterna.
Ma dove e come è la salvezza?
Conclude l'autore: "La fede, l'unica vera fede che salva è quella che si identifica con un senso di povertà interiore che fa porre il centro di sé, fuori di sé. Dove? In Dio. Ma dov'è questo Dio? Nel bene. Fai il bene e vivrai".
Nel mondo c'è molto male, ma il bene esiste ed è un fenomeno squisitamente umano, perché l'uomo è fatto per il bene. In lui è radicato "un desiderio di bene che è unico fisso identico a sé medesimo in ogni uomo dalla culla alla tomba, che agisce incessantemente al fondo di noi stessi", come scrive Simone Weil. "Quando gli uomini si sono chiesti di dove venisse, hanno alzato gli occhi al cielo chiamandosi figli di Dio".
È Dio il Sommo Bene, quel Dio che in Cristo è venuto incontro all'uomo per una libera decisione del suo amore, quel Dio che ci è stato svelato dalle parole e dai gesti di Gesù". Se aderiamo a Cristo, se lo amiamo e lo riconosciamo Signore e Maestro, è perché Lui è l'abolizione della legge, della sottomissione, dell'obbedienza cieca. Lui ha portato la libertà". "Il cristiano è colui che aderisce incondizionatamente al bene e lo dona agli altri ... e non per guadagnare altrove, ma perché sente il richiamo della nobiltà del gratuito ... Un uomo così vive già adesso in Dio".
Fede allora non è un'etichetta o un'ideologia, ma un atto decisivo della libertà umana davanti a Dio, un atto di amore che strappando l'uomo dalla necessità della natura lo inserisce nella dimensione dell'eterno.
Il libro fa discutere, per le tematiche che affronta, per le soluzioni che propone, per le affermazioni forti rese con linguaggio accessibile e chiaro, ma provoca interrogativi che non possono certo lasciarci indifferenti.


Aggiunte:  Sabato, 27 Agosto 2005

  



.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev